I volantini lanciati dagli aerei, chiamati per questo anche “fogli volanti”, sono un'importante testimonianza di momenti cruciali della Seconda Guerra Mondiale. Usati da entrambi gli schieramenti belligeranti, furono un importante strumento di guerra psicologica, finalizzato a minare fortemente il morale sia dei militari che della popolazione civile: oltre a diffondere alcune informazioni, i lanci su una città dimostravano inoltre che un bombardamento era possibile.

Gli Alleati li chiamavano “nickels” e i voli finalizzati alle operazioni di lancio dei volantini erano detti "leaflets raids" o "nickeling missions".

L'elenco dei volantini lanciati su Roma non è sicuro: le autorità fasciste prima e naziste poi, infatti, punivano severamente chiunque fosse stato colto nel raccoglierli o, peggio, ne fosse stato trovato in possesso. Pertanto una lista con il giorno del lancio e il testo è desumibile solo dagli archivi delle Forze Alleate, ma di alcuni di essi, identificati nei report di volo con le prime parole del volantino, con il suo colore o con il numero progressivo, non si conoscono esemplari arrivati fino a noi.

Il primo volantino sulla Capitale fu però lanciato, inaspettatamente, da un velivolo francese, all'indomani dell'entrata in guerra dell'Italia.

15-16 giugno 1940: un Farman 2234-02 dell'Aviazione Navale Francese, denominato “Jules Verne”, decollato da Bordeaux lancia 4 sacchi di manifestini “Il Duce ha voluto la guerra?

16-17 maggio 1943 – Venti Wellington degli Squadroni 142 e 150 della Royal Air Force britannica, decollati da Costantine (Algeria) lanciano quasi un milione di volantini “ “Al popolo italiano!”, “Sarà l'Italia trasformata in un campo di battaglia?” e “La sorte della Tunisia è decisa!”.

3-4 luglio 1943 – Sei Wellington canadesi degli Squadroni 420 e 424, decollati da Zina (Tunisia) lanciano un milione di volantini “Italiani!”.

16-17 luglio 1943 – 3 Wellington del 40° Squadrone della Royal Air Force britannica, decollati da Hani West (Tunisia) lanciano 600.000 volantini “Annuncio”.

18-19 luglio 1943 – 4 Wellington della United States Army Air Force appartenenti al 231° Wing, 70° Squadrone, lanciano 750.000 volantini “Cittadini di Roma”, 50.000 “L'Italia farà da sé”, 40.000 “Foglio volante n°32“ e 24.000 “Quando”. Un totale di 864.000 manifestini. Vi era poi il “Purple leaflet” e un “Low Cartoon"

6 ottobre 1943 – 2 Macchi del 4° Stormo della Regia Aeronautica partiti da Foggia lanciano volantini “Cittadini di Roma”

Torna indietro